04
Maggio
2018
ANTIPARASSITARI NATURALI O CHIMICI? a cura di La Gazzetta Della Cinofilia

OBIETTIVO PROTEZIONE

La scelta degli antiparassitari è una questione annosa per qualsiasi proprietario di cane. Regolarmente infatti, certi prodotti balzano agli onori delle cronache o per le promesse di straordinaria efficacia o per più o meno comprovata inadeguatezza. Da qualche anno inoltre, si sono affacciate sul mercato le proposte naturali, incrementando l'offerta, ma spesso disorientando il consumatore. Decidere oggi quale sia la migliore protezione per il nostro cane non è quindi cosa né immediata né semplice, ma assolutamente importante.

I temi trattati: protezione chimica o naturale?, Leishmania, il futuro sull'argomento.

KENPIR

E'un insetticida aerosol, abbattente e repellente naturale, per uso domestico e civile.

Un Presidio Medico Chirurgico Reg. n.17978 del Ministero Della Salute a base di estratto di Piretro naturale ad ampio spettro d'azione, indicato sia per il trattamento diretto che per una profilassi ambientale, efficace contro zecche, pulci, zanzare, pappataci e tutti gli insetti volanti e striscianti.

Inibisce l'insediamento dei parassiti garantendo un ambiente sano e immune da possibili aggressioni di flebotomi, portatori della pericolosa Leishmaniosi.

Può essere usato manualmente o con l'ausilio del proprio erogatore programmabile in 3 diverse modalità: giorno/notte/24 ore, con frequenza di spruzzo regolabile tra 7-15-30 minuti.

Indicato per canili e allevamenti in generale, ma anche per locali civili che necessitano di una disinfestazione rapida e sicura.

Autonomia della bomboletta: 3000 spruzzi totali, equivalente a 2 mesi (modalità 24 ore) e 4 mesi (modalità giorno o notte).